Gianni Agnelli - Vitale Barberis Canonico
Gianni Agnelli

“Gianni Agnelli was the most powerful businessman in Europe […]. He was the trendsetter in that most style conscious of countries, Italy.”, così tributò il “Telegraph” all’indomani della morte.
Uomo d’affari globale e principe rinascimentale, playboy leggendario e precursore dello stile nel Paese in assoluto più attento al gusto e alla moda, l’Italia. Icona indiscussa dell’eleganza maschile italiana, il suo dress code non solo era sempre adatto, ma addirittura impeccabile, spesso dettando una vera e propria “regola” per chi avesse voluto imitarne la classe. Gli abiti che l’Avvocato indossava erano eleganti ma “funzionali”: di fattura rigorosa nelle occasioni mondane, casual e morbidi nelle molteplici situazioni informali cui amava partecipare. Il suo stile trasmetteva un modo di intendere la vita basato sulla intensità e sulla velocità, sulla variabilità d’assetto per tener lontana la noia.

Vitale Barberis Canonico “Inverno 1970-71”

Il volume qui esposto appartiene al campionario aziendale del lanificio Vitale Barberis Canonico®. All’interno sono presenti campioni rettangolari per drapperia. I disegni variano dagli uniti al principe di Galles e occhio di pernice. Sul dorso, in alto, è impresso il marchio dorato “V.B.C.”. La copertina riporta la stagione di riferimento e il nome del lanificio. I campioni di forma rettangolare sono montati su pagine suddivise in caselle e sono disposti ordinatamente su 3 colonne. Per ogni campione è indicato il numero identificativo in progressione del tipo e la variante.

Altre fabric tales